martedì 27 febbraio 2018

INTERVISTA - Marco Rossetti, da Ris a Il Cacciatore


Oggi abbiamo qui con noi Marco Rossetti, attore di tante famose serie televisive, sia del passato che attuali, come Il Cacciatore (Rai2, dal 14 marzo).
Anche Marco si è sottoposto alle nostre domande, sia raccontandoci qualcosa di questa nuova esperienza, sia ripercorrendo la strada che lo ha portato al successo.
E la prima domanda che gli abbiamo fatto riguarda forse proprio il ruolo che lo ha reso celebre presso il grande pubblico... ma prima, vi invitiamo a seguirci anche su Facebook per non perdervi nemmeno un articolo!


Ciao Marco. Hai fatto tante cose per la televisione ma sicuramente tutti ti ricordano soprattutto per Bart Dossena, tenente dei Ris (Ris Roma - Delitti Imperfetti). Cosa ricordi di quel periodo?

È stata la mia prima vera grande esperienza, che mi ha dato tanto. Una lunga serialità per tre stagioni, quindi davvero un grande periodo che mi ha lasciato bei ricordi a livello umano: gente con cui tuttora sono in rapporti di amicizia.

Sei un volto ideale per protagonisti "buoni", ma hai interpretato anche il cattivo Pinuccio Marruso de Le mani dentro la città. Più divertente interpretare i buoni o i cattivi?
Te lo dirà chiunque: l'antagonista è più divertente: hai la possibilità di uscire dagli schemi e fare cose che -si spera- nella vita non faresti mai. Interpretare un "cattivo" te lo permette, e puoi sbizzarrirti. Sono legatissimo a Pinuccio Marruso, un personaggio bellissimo con diverse sfumature. Purtroppo non è stato realizzato un seguito de Le mani dentro la città, mi sarebbe piaciuto tornare a interpretarlo.

il cast di Ris Roma - immagine web

Hai recitato accanto a un grande attore quale Giorgio Tirabassi, che peraltro avevi già incrociato anni prima (interpretando un altro ruolo, però minore) in Distretto di Polizia. Cosa ti ha lasciato l'avventura di Squadra Mobile?
Ti dirò: la mia prima scena televisiva fu proprio in Distretto di Polizia, una parte piccolissima con la Pandolfi, Memphis e Tirabassi. Quando ho rivisto Giorgio (qui la nostra intervista a Tirabassi, n.d.r.) dopo tanti anni, si era ricordato di quell'episodio.
Anche Squadra Mobile è stata un'esperienza magnifica a livello umano, anche qui sono nate vere amicizie. Il poliziotto Riccardo Pisi è un personaggio che mi è piaciuto interpretare.

Durante le passate vacanze di Natale, Rai1 ha trasmesso un cortometraggio che ti vede tra i protagonisti: Quando a Roma nevica, di Andrea Baroni. Cosa puoi dirci a riguardo?
Andrea oggi è un mio amico, ci siamo conosciuti proprio per il cortometraggio.
Tecnicamente immagino sia stato come per tutti i cortometraggi, belli ma come tutti i low-budget: orari faticosi di lavoro, sempre concentrati al massimo, poco tempo a disposizione per prepararci. Faticoso, ma assolutamente bello.

Sei tra i protagonisti de Il Cacciatore: puoi parlarci di questa nuova serie?
È una fiction a tematica mafiosa ma stavolta da un punto di vista davvero inedito: quello della magistratura. Protagonista centrale sarà Francesco Montanari, che interpreterà Alfonso Sabella, magistrato del pool antimafia di Palermo dal 1992 al 1996. Una bella serie con un punto di vista diverso.

il cast de Il Cacciatore - immagine web

Molta tv, molto teatro e poco cinema: una scelta tua o dettata dagli eventi? Cosa pensi del cinema italiano?
Entrambe le cose, ma non solo: dipende anche dal progetto che viene proposto a noi attori. La scelta di non fare cinema non dipende esclusivamente da me; comunque tendo a incastrare le cose che scelgo di fare, se il progetto mi piace: ad esempio ho girato Il Cacciatore ma ho anche preparato uno spettacolo in teatro. Riesco a far tutto ciò che voglio e che mi piace. Lo stato del cinema? Per ora si fanno ancora pochi film coraggiosi.

Marco spettatore: cosa segui?
Beh, seguo tutte le serie più note (Black Mirror, Game of Thrones, Narcos...), vado tantissimo a teatro, che è una mia grande passione e cerco davvero di andarci spesso. Al cinema vado meno, e preferisco titoli un po' meno commerciali.

Ringraziamo Marco per la gentile disponibilità.
Lo ritroviamo ne Il Cacciatore, dal 14 marzo su Rai2.

intervista a cura di MikiMoz

Nessun commento:

Posta un commento